Le principali strategie per operare sul Forex trading con l’analisi tecnica

Le strategie che vi illustreremo sono impiegate dai traders di tutte le investment banks mondiali.

Dove l’analisi fondamentale non arriva, i nostri consigli saranno le fondamenta quotidiane per l’attività intraday.

Nel mercato dei cambi (Forex) aperto 24 ore su 24, l’impiego dell’analisi tecnica è molto vantaggioso. A seguire citeremo alcuni degli strumenti più sperimentati e più perfezionati che possono dare una mano nel Forex trading. Le strategie presenti sono utilizzate dai brokers professionisti delle investment banks mondiali.

Come nasce l’Analisi Tecnica

Alla fine del 1800 Charles Dow ed Edward Jones crearono la Dow Jones & Company.
La creazione del primo indice di mercato è a opera di Dow (da cui ancora oggi il nome) che sosteneva fosse possibile delineare lo stato di un’economia anche con esigui titoli efficacemente scelti.
Dal 1928 il Dow Jones è costituito da soli 30 titoli ed è considerato uno degli indici internazionali di riferimento.
È grazie alla Dow Jones & Company che si riscontrano i primi documenti informativi sull’analisi tecnica sotto forma di articoli giornalistici pubblicati sul Wall Street Journal.

Il modello di Dow si costruisce su 6 fondamenta:

Gli indici deducono tutto: i mercati sono proficui e tutte le informazioni relative sono rispecchiate nei valori di borsa.

I 3 trend del mercato. È forse uno dei pilastri della Teoria di Dow: una tendenza al rialzo si genera se il mercato si sviluppa con minimi e massimi relativi, in misura maggiore dei precedenti. Finché il mercato cresce generando degli andamenti al rialzo possiamo dire che il mercato è attualmente in “trend rialzista”. Nella fase in cui il massimo relativo risulti minore al precedente ci troviamo in un trend rialzista. Ovviamente per il trend ribassista è vero l’esatto contrario: fino a quando i minimi e i massimi relativi saranno sottostanti ai precedenti si potrà affermare che la tendenza in negativo è tuttora in corso.

Insieme a quest’indicazione importante Dow sostiene che sia i trend rialzisti che quelli ribassisti si sviluppano in tre categorie: primario, secondario e minore.

  • Il trend primario di un mercato finanziario è quello a lungo termine, che Dow sostiene sia dai 4 mesi in poi;
  • Il trend secondario dura da 1 mese ai 3 mesi e, per finire, il trend minore è quello minore al mese. Ogni tendenza è una “revisione” di quella precedente. Un trend primario al rialzo è bloccato da un trend secondario al ribasso (generalmente per circa il 50% del trend principale) che di conseguenza è fermato da un trend minore rialzista;
  • Le tre fasi del trend primario. Nella fase iniziale di un trend al rialzo, conosciuta come accumulazione, sono i traders più professionali ad entrare nel mercato. Nella fase successiva, conosciuta come di partecipazione pubblica, sono invece i traders di tutti i giorni a prendere la stessa posizione di quelli istituzionali. Nella terza, conosciuta come chiamata distributiva, siamo nella fase ormai della distribuzione pubblica dell’evoluzione economica e dove, sono i traders istituzionali a vendere a chi entra nel mercato;
  • Gli indici si confermano a vicenda. Parliamo di una fase che è sia rialzista che ribassista, non può essere di settore ma deve essere generalizzata;
  • Il trend deve essere confermato dal volume. È un argomento valido in tutte le tipologie di analisi tecnica anche se secondo Dow non era basilare: quando un mercato si trova in una certa tendenza i volumi si sviluppano insieme con il trend. In un trend primario al rialzo, cioè, i volumi da scambiare saranno più grandi durante i rialzi che non durante gli aggiustamenti;
  • Un trend è in corso fino a che non si verifica un segnale opposto. Possiamo dire che il trend rialzista sia appurato finche il massimo o il minimo relativo successivo siano più grandi del precedente.

Un aspetto fondamentale è che la teoria venne creata per interpretare i trend non per anticiparli e, secondo la nostra opoinione, può essere utilizzata proprio a questo scopo: come riprova di una propria strategia.

Alcune Strategie per il Trading Forex