L’oscillatore stocastico è uno strumento tecnico di analisi algoritmica, utilizzato come indicatore per ottenere risultati positivi nel trading, adoperato dagli investitori online per fare trading di qualità.

Cosa è l’Oscillatore stocastico

Quando parliamo di oscillatore stocastico, facciamo riferimento a quell’ indicatore o grafico presente non solo nelle opzioni binarie ma anche e soprattutto nei mercati del Forex.

Tale strumento ci consente di analizzare i massimi e i minimi del mercato, basilare per individuare quei segnali di trading definiti come ipercomprato o ipervenduto.
Nei grafici commerciali consente di ottenere risultati sorprendenti e ogni qualvolta si verifica un movimento di salita o discesa bisognerebbe operare attraverso un’opzione “CALL” o “PUT”.

L’oscillatore stocastico ha un valore compreso tra 0 e 100.
Definiamo una situazione di ipercomprato nel caso in cui le linee superino l’80%, al contrario ci troveremo difronte ad una situazione di ipervenduto quando le linee saranno al di sotto del 20%.
Questi valori possono essere trasformati e adattati come mezzo finanziario prescelto per fare il nostro trade non essendoci dei paramentri considerati assoluti da adoperare con una tecnica piuttosto che un’altra.

Il lato distintivo ed entusiasmante del fare forex trading è proprio la strategia da poter scegliere e personalizzare in base alla professionalità e conoscenza di ogni singolo trader per giungere così ad un modello di trade comprensivo di quegli strumenti e previsioni più idonei per noi, un vero e proprio modello stocastico appunto.

Notiamo parametri più in uso di altri, in quanto ritenuti in grado di operare meglio pur non assicurando guadagni sicuri al 100%.

Con l’immagine sottostante proseguiamo nella spiegazione del concetto di modello stocastico entrando più nel dettaglio.

Modello stocastico

Modello stocastico

L’indicatore stocastico è lo strumento maggiormente adoperato per fare previsioni di mercato, e come per gli altri, da non considerare attendibile in assoluto.

Consigliamo pertanto di utilizzare diversi strumenti d’analisi in contemporanea per previsioni di forex trading più efficaci.

Il calcolo dell’oscillatore stocastico e la sua formula

Entriamo nel dettaglio per comprendere le modalità di calcolo e rappresentazione di un oscillatore stocastico all’ interno di un diagramma.

Da una prima analisi si evidenzia la sua struttura a due curve:

1° Curva: definita fast stochastic o % di k line identificabile in quella di colore blu all’interno del grafico.

La formula per ottenerla si sviluppa in questo modo:
% K = 100 * [(CHIUSURA – MINn) / (MAXn – MINn)]

con:

  • MINn = minimo degli ultimi n giorni;
  • MAXn = massimo degli ultimi n giorni;
  • CHIUSURA = prezzo di chiusura di oggi.

Tale formula ci spiega il modo in cui l’oscillatore stocastico si determina relativamente alla fascia d’ampiezza delle candele, mettendo a confronto il prezzo della chiusura con il prezzo minimo, nell’arco di tempo costituito da altrettanti periodi (pari per esempio a 15) e successivamente il prezzo massimo dello stesso insieme di periodi (sempre 15).

Sostituendo alle lettere i numeri ci notiamo che:
%K = 100[(C − L15)/(H15 − L15)]

2° Curva: detta slow stochastic o % D line; filtrando i movimenti variabili del fast stochastic, disegna una media della % K line. La media mobile considerata, quasi sempre comprende 3 periodi, e ha come obiettivo ultimo quello di apportare un effetto.

Il fine principale della media mobile è quello di creare un effetto di sovrapposizione con la linea %K .
% D line = media mobile (% K).

Ora è lecito domandarsi che significato abbia la %K?
La %K rappresenta, nel periodo di tempo esaminato, la percentuale del prezzo di chiusura.

Formula oscillatore stocastico

Formula oscillatore stocastico

Qui di seguito l’analisi del grafico.

Possiamo vedere come la linea blu d’ipervenduto e quella rossa d’ipercomprato, si collocano ai livelli 20 e 80 del campo d’azione.
Vengono a generarsi così 3 zone:

Prima zona con range 0-20.

Se lo stocastico si colloca in quest’area, il segnale è indice di tipo trend in continuo ribasso. Con valore meno di 20 avremo una situazione di ipervenduto, destinata a cambiare in tempi brevi, con ovvia inversione rialzista.

In una posizione di valore superiore al 20, avremo il verificarsi probabile di un’inversione di tendenza.
Seconda zona con range 20-80.

L’area, tra il livello 20 e l’80, è una zona ritenuta neutra per l’oscillazione. Generalmente succede spesso che il trader consideri il prolungamento del trand fino a toccare la soglia dell’80.

Terza zona con range 80-100.
Nella terza zona compresa tra i livelli 80-100 troveremo facilmente trend al rialzo.
Con i prezzi ai massimi avremo un quadro d’ipercomprato, con possibile inversione ribassista.

In breve:
Siamo giunti in contatto con una condizione d’ipervenduto e una d’ipercomprato, in attesa che l’oscillatore stocastico collochi le proprie linee nello spazio d’azione tra le due condizioni estreme (20-80) avendo così:

  • Un prezzo in situazioni d’ipercomprato;
  • Un prezzo in condizioni d’ipervenduto.

Prendete in esame nello specifico le 3 zone, adoperare tale indicatore significa, per un trader, mettere in evidenza le aree d’inversione del trend, cioè:

  • tendenza al ribasso (livello 80);
  • tendenza al rialzo (livello 20).

Nell’analizzare ancora il grafico, possiamo notare come la sovrapposizione tra le due linee crea degli incroci.
Tale passaggio non va sottovalutato in quanto la tendenza della linea blu cambia il suo corso incrociando la linea rossa, portando ad un segnale d’acquisto.

Il calcolo stocastico risultante sarà: % D line incontra % K line.

L’oscillatore stocastico ci aiuterà anche nell’ evidenziare quelle divergenze che produrranno un cedimento del trend, ben raffigurante dal seguente grafico, che mostra due massimi con un indicatore che, invece, sottolinea un movimento al ribasso.

Varianti di indicatori stocastici

Prendiamo in esame i 3 tipi di oscillatore stocastico più conosciuti:

  1. Stocastico lento o low stocastic;
  2. Stocastico veloce o fast stocastick;
  3. Stocastico completo o full.

La differenza principale tra i primi due è che, lo stocastico lento, è meno condizionato dalle variazioni dei prezzi, di conseguenza produrrà falsi segnali in misura minore.

Cerchiamo di comprenderne il funzionamento.

L’oscillatore stocastico veloce, che raffiguriamo con la linea blu, è il risultato del rapporto in percentuale tra il prezzo di chiusura e una certa forbice di prezzo.

La sua caratteristica d’iper reattività rende la sua applicazione più complessa, proprio per la sua qualità che ne fa un difetto.
Nel caso dell’oscillatore stocastico lento invece, la linea della %K è costruita come media mobile. Il frangente utilizzato è posto pari a 3 periodi della linea %D.

L’oscillatore stocastico completo, è l’indicatore più usato tra i vari traders.
Questo indicatore ci consente di impostare tutti quei valori indispensabili e il numero di periodi da considerare (ovvero il il numero di periodi di %K e del %D) per il nostro trading binario.

I parametri di precisazione dell’oscillatore stocastico

Il suo nome corrisponde alla sua natura, cioè un oscillatore che si muove all’ interno di un insieme, stabilito a priori, di valori compresi tra 0 a 100.

Nel caso di un titolo al ribasso o al rialzo, l’oscillatore stocastico sarà sottoposto ad una variazione tra 0 e 100. I prezzi vanno costantemente tenuti sotto controllo anche quando posizionati nelle zone d’ipercomprato e ipervenduto, in quanto non è scontato possano verificarsi cambi di tendenza repentini.

L’indicatore si colloca in queste zone per segnalare trend sostenuti, solidi e ben delineati.

L’oscillatore conserverà, per un periodo mediamente lungo, una collocazione stabile e fissa.

Importante perciò non utilizzarlo come fosse un automatismo in quei casi in cui individua segnali contro trend. Di contro, nelle fasi di non trend o fasi laterali possiamo considerarlo un idoneo indicatore di segnali.

Gli Oscillatori nei broker di Trading Forex

Gli Oscillatori sono funzionali al trading Forex, senza questi strumenti sarebbe molto difficile fare delle operazioni efficaci.

Nella scelta del broker è veramente importante verificare che siano presenti gli Oscillatori più importanti e non solo, ciò che rende migliore un broker da un altro è la quantità degli strumenti di analisi tecnica, che mette a disposizione per i trader.

Ora esaminiamo quattro broker, che per noi sono tra i migliori, vi parleremo del broker eToro e il Social trading, ForexTB, XTB ed infine di Markets.

Gli strumenti di Analisi Tecnica presenti nel Broker eToro

eToro
eToro è una piattaforma molto famosa, che viene utilizzata sia da trader professionisti che da trader meno esperti. Il Team di eToro è sempre molto attento alle esigenze dei suoi trader, ecco perché nel corso degli anni ha sempre migliorato l’offerta, sia formativa che inerente agli strumenti da utilizzare.

Ciò che contraddistingue eToro dagli altri broker è la piattaforma intuitiva e semplice da utilizzare, inoltre il team di eToro, alcuni anni fa ha sviluppato il Social trading.

Prima di soffermarci su cosa sia il Social trading, vediamo quali Oscillatori e Indicatori sono presenti nella piattaforma di eToro.

  • Bande di bollinger;
  • EMA;
  • Fibonacci;
  • Nuvole di Ichimoku;
  • MACD;
  • RSI;
  • Stoch RSI;
  • Supporto e resistenza;

Questi sono solamente una piccola parte degli strumenti presenti su eToro, per visionarli tutti potrete accedere tramite il Conto Demo.

Per trovare l’Oscillatore stocastico dovete andare su impostazioni / Studi- parte due.

Se cliccate su Studi parte due vi esce la lista degli strumenti, dove troverete anche l’Oscillatore Stocastico, quindi potrete settarlo a vostro piacimento ed utilizzarlo.

Con eToro vi rimarrà molto semplice fare trading Forex, dato che la piattaforma che viene utilizza è veramente semplice, una volta che avrete cliccato sopra stocastici, vi apparirà questa schermata.

Stocastico eToro

Oltre alle molteplici possibilità di migliorare il vostro trading, eToro vi mette a disposizione anche il Social trading, ovvero una tecnica molto divertente. Il Social trading consiste nel copiare i Top trader di eToro.
Prima di proseguire guardiamo il video illustrativo.

 Video guida: Come funziona il Social Trading

Fare Social trading è molto semplice e veloce, il broker eToro vi aiuta nella ricerca dei Top trader tramite dei filtri che vi permettono di settare la ricerca, inoltre è possibile farlo sia tramite il Conto deposito che con il solo Conto Demo gratuito.

Leggi la Recensione completa di eToro

 Trading Forex con il Broker ForexTB


ForexTB in poco tempo ha scalato la vetta del successo, tanto che questo broker di trading online è diventato molto famoso ed apprezzato.
Questa società ha voluto focalizzarsi sulla sicurezza dei dati dei propri utenti, seguendo le linee guida della Comunità Europea.

La piattaforma utilizzata da ForexTB è la MT4, una delle migliori in circolazione, i grafici e gli strumenti di analisi tecnica sono tra i più accurati e veloci.

ForexTB è regolamentato dalla CySEC con licenza numero 272/15, ma non è tutto, perché il marchio di ForexTB è gestito da Forex TB Limited, un’impresa di investimento con sede a Cipro.

Il broker ForexTB è scelto sia dai principianti che da trader professionisti, questo perché il team ha voluto sviluppare 4 tipologie di conti deposito differenti.

Ma questo non è tutto perché si può accedere ad ForexTB anche tramite il Conto Demo gratuito ed illimitato nel tempo. In questo modo potrete sperimentarvi nel Forex trading imparando ad utilizzare tutti gli strumenti di analisi tecnica come gli Oscillatori.

Leggi la Recensione completa di ForexTB

Il Broker XTB ed i Mercati

xtb broker
XTB è un broker serio e certificato, con XTB potrete eseguire degli investimenti sicuri. Questo broker offre una vasta gamma di mercati su cui andare a fare trading online CFD, vediamoli insieme partendo dal Forex:

  • 48 coppie valutarie;
  • Leva finanziaria a 1:30;
  • Spread EUR/USD da 0,00003
  • Protezione saldo negativa;
  • Depositi e prelievi celeri e sicuri.

Questo per quanto riguarda il Forex, ma XTB non si ferma qui, infatti è possibile contrattare sia sulle Azioni che sulle materie prime, Indici ed ETF.

Per quanto riguarda gli altri mercati, XTB offre la possibilità di fare trading su oltre 35 indici CFD e 21 materie prime.

Sono presenti circa 1500 titoli azionari, 60 CFD su ETF e 25 tra le più importanti Criptovlute.

Per fare trading in modo ottimale XTB vi fa scegliere tra due piattaforme, entrambe eccellenti.

  • La MT4;
  • xStation 5 sia per fisso che per mobile.

Con entrambe potrete fare trading CFD su 1500 strumenti.

Il broker XTB vuole che i suoi trader siano formati e per questo nel sito ha una sezione dedicata alle news dei mercati, in modo da tenere sempre aggiornati gli utenti.

Per provare a fare trading Forex ci si può iscrivere al Conto Demo, il conto demo di XTB è a tempo limitato, della durata di quattro settimane.

Appena vi sarete registrati XTB vi accredita 100.000,00 € virtuali da utilizzare per le vostre contrattazioni.

Leggi la Recensione completa di XTB

Il Broker Markets e le piattaforme di Trading

markets-trading
Il broker Markets è certificato dai migliori Enti di controllo e per iscriversi bastano solo 100,00 €, infatti è principalmente utilizzato da chi non ha voglia di investire grandi cifre, è possibile iniziare anche con soli 10 €.

Questo broker è molto utilizzato da chi ama fare Forex trading.

Per migliorare le prestazioni dei trader, Markets da l’opportunità di scegliere tra varie tipologie di piattaforme, vediamole insieme:

  • Markets X;
  • Markets I;
  • Meta Trader 4;
  • Meta Trader 5;
  • App mobile.

Ognuna ha delle caratteristiche differenti, ad esempio la Markets X è una multi Asset, molto veloce nelle esecuzioni.

La Markets I è dedicata alla negoziazione delle azioni, e utilizza il Costruttore di strategie di investimento, questo sistema aiuta gli investitori a filtrare e migliorare gli investimenti.

La Meta Trader 4 è una piattaforma che Markets definisce essenziale ed è realizzata appositamente per il Forex trading.

Dato che la MT4 è stata pensata e sviluppata per il Forex, la Meta Trader 5 è una piattaforma multi Asset, che consente di fare operazioni di hedging e netting.

Con Markets potrete scegliere tra il Top del Top, per farvi fare pratica Markets vi mette a disposizione il Conto demo, un conto prova e gratuito.

Leggi la Recensione completa di Markets