Con Media Mobile Esponenziale, ci riferiamo all’indicatore di Forex trading più famoso, apprezzato da tutti i trader per prevedere le tendenze di mercato. Il suo calcolo è l’espressione in chiave moderna della ‘media mobile aritmetica’, con cui uguagliare la serie e trovare il trend che si svolgerà su breve, medio e lungo periodo.

L’EMA o Media Mobile Esponenziale si quantifica utilizzando 3 fattori:

  • Costante di smoothing;
  • Valore antecedente della stessa EMA;
  • Prezzo corrente.

La differenza tra le due medie, la semplice e l’esponenziale, è nel valore dei prezzi di chiusura, perché, all’avvicinarsi della data stabilita, un prezzo condizionerà particolarmente il trading, di contro avrà un peso minore quando si allontanerà da quella data.
Questa proprietà particolare caratterizza la reattività dell’EMA nei confronti della media mobile semplice.

Le EMA più utilizzate dai traders in assoluto, sono quelle da 12 a 26 giorni, impiegate per generare indicatori molto importanti come il MACD ed il PPO.

Le EMA da 50 a 200 giorni, sono usate invece per stabilire una tendenza a lungo termine.

Possiamo considerare, quindi, l’indicatore EMA come uno strumento di rilevazione che predilige gli intervalli di prezzo più recenti, fattore che lo rende più affidabile della media mobile semplice o SMA.

L’EMA, insieme all’RSI e al MACD, rappresenta uno dei sistemi di misurazione più sfruttati in assoluto dai traders professionisti e non.

Calcolo dell’EMA

Quest’operazione risulta più semplice a farsi che a dirlo, poiché basta calcolare in percentuale il valore attuale dei prezzi e sommare il risultato a quello ricavato dal calcolo della percentuale inversa dell’ultimo valore di riferimento.

In poche parole stabilendo di attribuire al valore attuale dei prezzi un peso che equivale al 40%, quello che calcoleremo per l’ultimo prezzo di riferimento ammonterà al 60%.

La percentuale di peso si rifà a un calcolo matematico definito:
2/(periodo + 1)

Applicato a un esempio concreto avremo che, scegliendo un un periodo di 11 giorni, il peso della percentuale sarebbe 2/(11+1 ).
Ricordiamo che, per pianificare una strategia di trading adeguata, sia si tratti della media mobile esponenziale che di quella semplice, la scelta del periodo farà la differenza.

Scegliendo, infatti, un periodo di tempo corto, si potrebbe calcolare una media mobile troppo sensibile alle oscillazioni dei prezzi, al punto da produrre false indicazioni per la pianificazione della giusta strategia, e incorrere in gravi errori di valutazione, condizione da evitare in assoluto.