Come guadagnare con il Forex trading

Guida per iniziare a guadagnare con il Forex trading

Per fare trading sul Forex, la prima cosa che ci serve è un intermediario (broker forex), perché quello che fa un Trader, è comprare e vendere strumenti finanziari. Ci vuole un intermediario appunto, che ci permetta di comprare e vendere questi strumenti finanziari sul mercato. La prima cosa, di cui bisogna dotarsi per fare Trading, è quindi, aprire un conto Trading.

Di Broker ce ne sono tanti, ci sono Broker esteri, ma in Italia non ci sono Broker, ma banche, che offrono questo servizio di Trading Online.

Quale Broker scegliere per fare Trading?

I Broker esteri, hanno il pregio, ad esempio, rispetto alle banche italiane, dei costi di commissione più basse, e sono più flessibili riguardo l’operatività. Si consiglia di aprire un conto trading, di fare uso dei servizi di un Broker estero, perché permette di lavorare su una quantità di strumenti molto ampia.

Riepilogando, quello che ci serve per fare Trading, è quello di aprire un conto online, perché ormai tutto ciò che riguarda la finanza passa da internet. La comodità, sta nel fatto che ad oggi, è possibile controllare l’andamento dei prezzi, tutto il giorno, in qualsiasi ora, comodamente dallo smartphon, dal tablet, ovunque ci si trovi.

Migliori Broker Forex Trading

Selezione dei migliori Broker forex testati dal Nostro Staff, i broker sono autorizzati e certificati dagli enti competenti.

Broker Licenze Vantaggi Recensione
eToro
Regolamentato
CySEC 109/10
BROKER DEL MESE ✓
Deposito minimo: 200€
Conto Demo di 100.000€!
5 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo
Investous
CySEC 092/08
Financial Services Board
Deposito minimo: 250€
“100% Affidabilità”
5 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo
Markets.com
CySEC 092/08
Financial Services Board
Deposito minimo: 100€
“100% Affidabilità”
5 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo
XTB
Regolamentato
CySEC 169/12
FCA FRN522157
Nessun Deposito Minimo
“100% Sicuro e affidabile”
4 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo
iQoption
Regolamentato
CySEC 207/13
Registrato in
MIFID, FCA, CRFIN
Deposito minimo: 10€
Fai trading con soli 10€!
Trade minimo: 1€
5 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo
Plus500
Regolamentato
CySEC 109/10
Deposito minimo: 100€
Conto Demo di 40.000€
4-5 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo
Recensione Broker avatrade Avatrade
Central Bank Irland
n° C53877
Deposito minimo: 100€
Conto Demo di 100.000€!
4 stelle
Recensione
Apri un Conto Demo

Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading forex.

Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.

Quali asset utilizzare per fare Trading online?

Ce ne sono molti di asset. Si riporta qui un elenco:

  1. coppie di valute mercato Forex (per il caso specifico del Forex trading);
  2. materie prime;
  3. mercati azionari;
  4. indici azionari.

Ma noi parleremo in questo articolo in particolare di Forex Trading.

Cos’è Forex Trading

Il Forex (FX) è l’acronimo di Foreign Exchange Market, ovvero, è il mercato delle valute. Con il termine Forex, quindi, si sta ad indicare il mercato valutario.
Il mercato dei cambi in valuta, rappresenta non solo il più grande mercato esistente al mondo, con un fatturato giornaliero molto elevato, ma è anche il mercato in più rapida crescita tra operatori privati, e speculatori.

Il mercato dei cambi valutari, è il più grande mercato esistente al mondo, con un ricavo considerevole. Questo fatturato, è il risultato di un alto numero di operazioni effettuate con coppie di valuta.

Il Forex, è il mezzo tramite cui, i Trader e le aziende, possono convertire la valuta in un’altra valuta. Diversamente da azioni e materie prime, per il Forex non esiste una borsa di riferimento.

Le valute sono scambiate, attraverso un Network Globale di banche, dealer e broker, questo significa che è possibile operare su Forex in qualsiasi momento, di giorno e di notte, da lunedì al venerdì.

Come funziona

Per molti Trader imparare a fare Trading su un nuovo Mercato è come imparare a parlare una nuova lingua.

Di solito risulta più facile quando si ha un buon vocabolario e si sono capite alcune idee di base ed i relativi concetti, quindi si consiglia di cominciare con le basi del Trading sul Forex, ma prima di tutto bisognerà sapere che cos’è il Forex.

Forex è un abbreviazione comunemente utilizzata per “Foreign Exchange”, esso descrive in generale l’acquisto e la vendita di una Valuta nel Mercato dei cambi, in particolare da parte degli investitori e degli speculatori.

L’espressione familiare, “comprare basso e vendere alto”, si applica certamente alla negoziazione di una Valuta. Un Trader sul Mercato Forex acquisterà Valute che sono sottovalutate e venderà valute, proprio come un operatore di Borsa acquista Azioni che sono sottovalutate e vende Azioni che sono sopravvalutate.

Bisognerà poi imparare a leggere una Quotazione.

Poiché si sta sempre confrontando una Valuta ad un’altra, il Forex è espresso per una coppia di Valute. Inizialmente, in particolare per un Trader principiante questo potrà sembrare confuso in un primo momento, ma in realtà con l’esperienza vi risulterà sempre più semplice, come ad esempio, la coppia EUR/USD (Euro/Dollaro) a 1,4022 mostra quanto vale un Euro (EUR) espresso in Dollari (USD).

Tra le tante cose da conoscere ci sta anche il termine Pip, che è l’unità in cui si valutano profitti e perdite per la maggior parte delle coppie di Valuta e, ad eccezione delle coppie in Yen Giapponesi, sono espressi con quattro cifre decimali.

Il quarto posto dopo la virgola, ovvero un centesimo di centesimo dell’unità di Valuta, è in genere ciò che si definisce “Pip”. Ogni punto che si muoverà nella quotazione sarà 1 Pip di movimento, come ad esempio, se l’EUR/USD dovesse salire 1,4022-1,4027, l’EUR/USD sarà salito 5 Pips.

I prezzi del Forex, sono quotati in coppie di valute, in pratica si comprerà una valuta, e contemporaneamente se ne venderà un’altra valuta, ad esempio, EUR/USD, a sinistra si trova l’euro, che rappresenta la valuta certa, mentre a destra troviamo il dollaro, la valuta incerta.

Ora, se il prezzo si troverebbe, ad esempio, a 1,47600, significherebbe che in quel momento, un euro equivarrà ad 1,47600 dollari.

In realtà, quando si lavora su Forex, vengono mostrate due quotazioni, di cui uno sarà il prezzo d’acquisto, e l’altro sarà il prezzo di vendita, la differenza tra questi due prezzi, è detta Spread.

Se si penserà, che la valuta certa, si rafforzerà rispetto alla valuta incerta, allora si acquisterà la coppia, questa operazione è detta Andare Long, se invece, si penserà che la valuta certa, si indebolirà rispetto alla valuta incerta, allora si venderà la coppia, questa operazione è detta, Andare Short.

I prezzi del Forex sono influenzati, da diversi fattori, tra cui:

  1. Inflazioni;
  2. Tassi di interesse;
  3. Bilancia commerciale;
  4. Dati sul mondo del lavoro;
  5. Politiche economiche.

Dato il numero di Trader, e la quantità di denaro scambiato, inoltre, i prezzi possono cambiare molto velocemente. Tutto questo rende il Forex, non solo il mercato finanziario più grande, ma anche quello caratterizzato dalla maggiore volatilità.

Le operazioni sui cambi, presumono lo scambio di valore del denaro in un paese, al valore riconosciuto in un altro paese, per esempio, se decido di comprare Euro, posso farlo, pagando in Sterline Inglesi. Tutte le operazioni, si basano sulla combinazione di due valute, chiamata coppia o incrocio di valute, di cui una sarà la parte lunga, ovvero acquisita, e l’altra la parte corta, ovvero venduta.

Ci possono essere diverse ragioni che spingono a fare operazioni con i cambi. Molte di queste transazioni sono un mezzo per acquistare una valuta straniera, per esempio, a fini turistici, altre transazioni, invece, sono finalizzate ad un investimento.

In un caso o nell’altro, qualsiasi operazione che venga intrapresa in un paese straniero, che deve essere compiuta, utilizza la valuta locale, e ad ogni modo, i speculatori formano il più grande gruppo di partecipanti a questo mercato.

Come si fa ad aprire una posizione

Le operazioni sui cambi, sono un’opportunità per realizzare profitti. Le fluttuazioni dei tassi di cambi, offrono agli speculatori, le possibilità per operare in direzione del mercato, ovvero, di investire speculando sulle possibili fluttuazioni del valore di una delle valute rispetto all’altra.

I termini valuta trattata e valuta prezzo, sono usati per fare riferimento alle valute comprese in un incrocio, prendiamo ad esempio, la coppia EUR/USD (EURO/DOLLARO), l’EUR è la divisa trattata, detta anche base, e il USD è la divisa quotata, detta anche variabile, se questa si rafforza, il tasso di cambio scende, se invece si indebolisce, il tasso di cambio si alza. Questo vale per operazioni di cambi a tutti i livelli. La valuta di base, spesso, è quella che rappresenta il valore più alto.

Le transazioni, non avvengono su una determinata piazza di scambio, ma sul libero mercato, OTC (over the counter), letteralmente da banco.

Le divise, in quanto tali, sono distinte in tre categorie:

  1. maggiori;
  2. minori;
  3. esotiche.

Le valute di questo elenco, sono quelle che presentano il più alto volume di transazioni, e sono chiamate maggiori, ad esempio, la valuta USD, la valuta JPY, ecc …

La quotazione della maggior parte delle coppie valutarie, è espressa da quattro cifre decimali, pertanto l’incremento è indicato dall’ultima cifra. Questa cifra viene definita, Punto Base o PIP, per esempio, la frase “il prezzo si è spostato di dieci PIP”, ci fa capire che la quarta cifra decimale, è scalata di dieci posizioni in una determinata direzione.

Lo scarto, lo Spread, è la differenza tra il prezzo di acquisto, e il prezzo di vendita, di una coppia di valute o tasso di cambio, chiamate a loro volta BID PRICE ovvero Prezzo Denaro e OFFER PRICE ovvero Prezzo Lettera.

Per le operazioni sul Forex, ci sono delle piattaforme che offrono la possibilità di utilizzare l’operatività margine. Investendo, utilizzando l’operatività margine, sarà possibile comprare e vendere capitali, con un valore maggiore del capitale presente sul nostro conto, ad esempio, se la nostra Leva Finanziaria è a 1/100, significa che, ad esempio, se disponiamo di 1000 €, sul nostro conto per le contrattazioni, sarà possibile controllare capitali con un valore di 100.000 €.

Come provare a guadagnare

Per avere più possibilità di guadagno si potranno mettere in pratica le strategie Forex.
Si potranno mettere in atto l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale, perché attraverso queste sarà possibile elaborare delle strategie di Trading Online. Un fattore che sarà da tenere in considerazione e quindi molto importante, è il tempo, perché infatti sarà possibile investire sia nel brevissimo tempo, sia in tempi medio lunghi.

Ci sono Trader che adottano la strategia day Trading chiudendo quindi le posizioni al termine della giornata, ma vi sono anche Trader che preferiscono tenere aperte le posizioni per più giorni facendo affidamento sul Trend e sulle proprie analisi di Mercato, solitamente questa strategia è applicata soprattutto dai Trader professionisti.

Molto particolare è la strategia scalping, in questo caso il Trader tende a chiudere le posizioni anche in un brevissimo lasso di tempo, che potrebbe essere corrispondente anche a pochi secondi.

Tale strategia è basata su l’idea che anche se vi sarà un determinato Trend nel valore delle Valute, saranno comunque possibili delle oscillazioni di senso contrario e sfruttando le stesse sarà possibile chiudere le posizioni appena le stesse assumeranno valore positivo. Chi fa scalping tenderà ad aprire e chiudere moltissime posizioni in un breve arco di tempo, in questo modo distribuirà il rischio e guadagnerà poco dalle singole, ma a fine giornata avrà un saldo positivo.

Chi intende guadagnare con lo scalping solitamente dedica molte ore al Trading e riesce ad aprire molte posizioni anche contemporanee, ovviamente ci vorrà il massimo della concentrazione per avere tutto sotto controllo.

Per ridurre il rischio si potranno inoltre adottare strategie specifiche come lo Stop Loss.

Come il termine stesso dice, si tratta di porre un preventivo stop alle proprie posizioni.

In questo caso il Trader fisserà un limite alle perdite per la singola posizione aperta e quindi, giunti a quel limite, la posizione verrà chiusa. Questa strategia servirà ad evitare che ci siano perdite elevate dovute anche ad un fattore emotivo, perché solitamente chi è in perdita spera sempre di poter recuperare e tenderà a non chiudere le posizioni, il Trading in questo modo rischierà di diventare troppo rischioso, e qui chi non vuole lasciarsi trascinare si imporrà un limite.

Lo Stop Loss può essere manuale o automatico, nel primo caso sarà il Trader che arrivato al punto fissato dovrà manualmente chiudere la posizione, nel caso in cui si adotti invece un sistema automatico, arrivati al punto Stop Loss la posizione sarà chiusa dal sistema.

Allo Stop Loss sempre più spesso viene sostituito, o affiancato, il Trailing Stop Loss che è una sorta di versione evoluta del primo, mentre dove lo Stop Loss prevede un traguardo fisso, in valore o in percentuale, raggiunto il quale la posizione sarà chiusa, il Trailing Stop Loss prevede un traguardo mobile e terrà in considerazione l’ultimo massimo o minimo raggiunto, come ad esempio fissando il limite di perdita al quale chiudere la posizione al 5%, si intende che la posizione sarà chiusa quando la perdita raggiungerà il 5%, ma nello Stop Loss tradizionale il 5% sarà calcolato sul valore al momento dell’apertura della posizione, mentre con il Trailing Stop Loss il 5% sarà calcolato in base al valore più elevato raggiunto.

Dal punto di vista pratico se vi sarà un iniziale incremento di valore della valuta, passata ad esempio dal valore 100 al valore 125, con lo Stop Loss il valore massimo di perdita resta a 95, 5% sul 100 iniziale, mentre con il Trailing Stop Loss il valore di chiusura sarà molto più alto e quindi sarà 118,75.

Un’altra strategia che sarà possibile adottare per fare Trading Forex è denominata Take Profit, che letteralmente si traduce “prendo il profitto”, anche in questo caso si tratta di una soglia prefissata al raggiungimento della quale la posizione aperta verrà chiusa, ma a differenza dello Stop Loss o Trailing Stop Loss, la chiusura non sarà in caso di perdita, ma in caso di guadagno.

Sarà importante imporsi un limite ai propri guadagni perché come si è visto prima parlando di analisi tecnica, si fissa un valore minimo denominato livello di supporto ed un valore massimo denominato livello di resistenza, quest’ultimo è il picco massimo di valore raggiunto, che una volta sfiorato lo stesso sarà molto difficile che il valore potrà continuare a salire, ma molto probabilmente vi sarà un’inversione di tendenza.

Porre un Take Profit permetterà di fissare il valore massimo, prendere il profitto e non rischiare un minore profitto dovuto ad un’inversione di tendenza. Anche in questo caso giocherà un ruolo importante il fattore emotivo perché il Trader che vedrà il proprio guadagno aumentare, senza una traguardo prefissato, tenderà a non chiudere fino a quando vedrà i guadagni crescere.

Nell’elaborare una strategia di Trading Forex sarà anche possibile ad esempio combinare tutti questi sistemi, cioè fissare allo stesso tempo uno Stop Loss, un Trailing Stop Loss e un Take Profit, in questo modo si cercherà di limitare le perdite al massimo, e allo stesso tempo massimizzare i guadagni superando i limiti o ostacoli dati dal fattore emotivo, che spesso potrà fuorviare e portare a comportamenti eccessivamente rischiosi.

7 regole d’oro da seguire per avere successo

nvestire nel Forex trading può essere molto complicato, è necessario conoscere i principali meccanismi del mercato valutario.
Inoltre, cosa più importante è non commettere errori (o il meno possibile); per questo c’è bisogno di regole da seguire se si vuole essere un trader di successo nel Forex trading.

Per iniziare, ecco qui di seguito le 7 regole d’oro per ottenere un profitto in questo settore e diventare un trader migliore.

Le 7 regole da seguire:

  1. Partiamo dal presupposto che saper investire nel trading online è un’arte, ma non solo: i sistemi e le idee derivano da anni di osservazione dei prezzi delle valute in questo mercato. Inoltre, forniscono una grande opportunità di approcci alla compravendita con entrambe le configurazioni di tendenza e controtendenza, ma, attenzione, non sono affatto una garanzia di successo sicuro.Pertanto, nessuna regola di trading è mai assoluta. Tuttavia, queste 7 regole, compresa questa, funzionano generalmente in una varietà di ambienti di mercato, e vi consentono di non rischiare troppo.
  2. Per quanto riguarda il Forex trading è necessario utilizzare sia l’analisi tecnica che quella fondamentale.
    Si tratta di metodi molto importanti, con lo scopo di valutare l’andamento dei prezzi.
    Nello specifico, l’analisi fondamentale aiuta a stabilire i grandi temi del mercato che possono durare per settimane, mesi o anche anni. Quella tecnica, invece, è utile per l’identificazione di specifici livelli di ingresso e di uscita.
  3. Un’altra regola d’oro è di non permettere mai che un “Winner” si trasformi in un “Loser”.
    I mercati delle valute sono altamente volatili e ad alta liquidità, con guadagni che si trasformano in perdite nel giro di pochi minuti, per questo motivo è fondamentale saper gestire correttamente il proprio capitale investito.
  4. Mai rischiare più del 5% per ogni trade.
    Questa è la regola più comune e conosciuta, ma allo stesso tempo è anche la più violata nel mondo del trading.
    Purtroppo esistono numerose storie di trader, che hanno perso parecchi soldi in una singola operazione, perché andata male.
    Per ovviare al problema, è consigliabile, per esempio Impostare uno stop-loss del 2% per ogni trade, perché in questo modo si dovranno avere 10 perdite consecutive per perdere il 20% del capitale.
  5. Un ulteriore consiglio è associare sempre una coppia forte con una debole.
    Spieghiamo meglio con un paragone: quando un esercito forte è posizionato contro un esercito debole, le probabilità sono fortemente sbilanciata verso l’esercito forte, il probabile vincente. Questo è il modo giusto con cui si dovrebbe approcciare al Forex trading.
    Le valute si scambiano sempre in coppia, quindi, ogni operazione comporta l’acquisto di una valuta e la vendita di un’altra contemporaneamente.
    Di conseguenza, è un’ottima strategia l’associare una moneta forte con un’altra debole, ed è anche uno dei modi migliori per un trader di guadagnare un vantaggio nel mercato valutario.
  6. Il rischio può essere previsto e contenuto, ma la ricompensa è imprevedibile.
    Prima di entrare in ogni trade, è necessario comprendere quale sia il peggiore dei casi e fissare il vostro limite sulla base di un piano economico dettagliato. Ogni trade, non importa quanto tu sia sicuro del suo esito, è comunque un’ipotesi. Nulla è certo nel mondo degli investimenti finanziari, perché sono altamente rischiosi. Quando una valuta si muove, il movimento può essere elevato oppure minimo.
  7. La regola del “niente scuse” è applicabile in quei momenti, quando il trader non capisce l’andamento dei prezzi delle diverse valute nel mercato.
    Per esempio, se avete previsto, con il supporto di news negative, che si sono verificate, che una valuta scende, ma contrariamente alle previsioni è in crescita, è consigliabile abbandonare immediatamente quel trade, senza scuse. In sostanza, questo vuol dire che se non si capisce cosa stia succedendo nel mercato, è sempre meglio farsi da parte e non rischiare più in quella negoziazione.

I trucchi del mestiere

Se scegli di investire nel Forex trading bisogna conoscere obbligatoriamente “i trucchi del mestiere”, ovvero tutte le strategie, le dinamiche, i trucchi per quanto riguarda il mercato Forex.
Per prima cosa, bisogna utilizzare un mix di analisi tecnica e analisi fondamentale. Solo in questo modo potete pensare di ottenere un rendimento.
Questo metodo, permette di considerare l’importanza delle valute Forex negli altri mercati. Per fare tutto questo è importante anche imparare a riconoscere quali sono i modelli di previsione utilizzati degli analisti e quali sono i dati economici che maggiormente influenzano le valute.
Ma andiamo a saperne di più…

Strategia: combinazione tra analisi tecnica e analisi fondamentale

Per analisi fondamentale si intende lo studio delle forze economiche, sociali e politiche che influenzano la domanda e l’offerta.

Gli strumenti fondamentali per gli analisti fondamentali sono: il tasso di crescita, il tasso degli interessi, l’inflazione e la disoccupazione.
Ma come prevedere queste variabili? Ci sono diversi fattori da prendere in considerazione come: i flussi dei capitali, i flussi commerciali, le esigenze speculative e la copertura dei rischi.

Nello specifico:

i flussi di capitali e i flussi commerciali sono la bilancia dei pagamenti di un certo Paese, la quale quantifica la domanda di una valuta in un dato periodo.

Invece, i flussi di capitali sono l’ammontare netto di una valuta che viene acquistata e venduta tramite i capitali investiti. Questi flussi sono alla base di tutte le transazioni internazionali e rappresentano la bilancia commerciale netta di un determinato Paese.

Quando è il momento migliore per investire nel Forex Trading?

Il momento di investire nel Forex Trading può variare molto. Il mercato Forex è aperto h24 ed è per questo che è preferibile individuare delle aree di tempo nel quale attuare una strategia per massimizzare il profitto e minimizzare il rischio.

Il maggior volume di transazioni si registra dalle 15:30 alle 19:30, arco di tempo in cui sono ancora attivi anche i trader europei. Per i trader più tolleranti al rischio, GBP/USD, USD/CHF, GBP/JPY e GBP/CHF sono le scelte migliori poiché hanno una volatilità media giornaliera di 120 pips.

Il motivo è perché quando gli investitori stranieri acquistano i titoli americani, devono cambiare la loro valuta in dollari, di conseguenza queste transazioni colpiscono direttamente il dollaro e le valute straniere come euro o sterlina.

Londra è il centro finanziario più grande ed importante del mondo, con un giro di affari che comprende circa il 30% di quello mondiale, di conseguenza, le maggiori transazioni sul mercato Forex avvengono durante la sessione inglese, questo è dovuto all’elevata liquidità e all’efficienza del mercato.
Le coppie di valute più volatili sono GBP/JPY e GBP/CHF raggiungendo un massimo rispettivamente di 140 e 146 pips di volatilità.

In generale, sono molti i cross interessanti da tradare: EUR/USD, USD/CAD, GBP/USD e USD/CHF.

Conoscere i fattori esterni che influenzano il prezzo di una valuta

Partiamo dalle commodities, ovvero le materie prime. Esse hanno una sostanziale correlazione con il mercato Forex.
In generale, l’oro ed il petrolio sono tra le commodities, che tendono a muoversi in base a fattori molto simili al mercato delle valute.
A dirla tutta, tra i due mercati generalmente c’è una correlazione inversa, quando uno sale l’altro scende.

Esistono, però, alcune coppie di valute come AUD/USD, NZD/USD e USD/CHF, che tendono a replicare l’andamento del lingotto.

Per quanto riguarda, invece, il prezzo del petrolio ha un grande impatto sull’economia mondiale, colpendo sia i consumatori che i produttori.

Tuttavia la correlazione tra questa materia prima e le valute è molto meno stabile e più complessa rispetto all’oro. Infatti tra tutte le valute, solo una sembra avere una parvenza di correlazione con il petrolio, ed è il cosiddetto CAD.

Il trader deve avere comprendere il carattere economico generale dei cross più comuni

È necessario porsi una domanda, ovvero che tipo di trader si desidera diventare e quale tipo di stile si intende seguire?
Lo step successivo potrebbe essere: quali valute si vuole negoziare? Con quale time-frame operare?

Detto questo, esistono quattro modi per entrare e uscire da una posizione, ovvero:

  • Entrata singola, uscita singola: In questa strategia, il soggetto apre tutta la posizione a un unico prezzo e chiude tutta la posizione a un unico prezzo;
  • Entrata singola, uscita multipla: il trader, in questo caso, apre tutta la posizione ad un unico prezzo, ma chiude la posizione a differenti livelli di prezzo;
  • Entrata multipla, uscita singola: il trader scala l’apertura della posizione a diversi livelli di prezzo ma chiudono l’intera posizione al medesimo livello;
  • Entrata multipla, uscita multipla: il trader apre diverse posizioni a vari livelli di prezzo e chiude a diversi livelli di prezzo.

Un altro aspetto fondamentale è saper comprendere i periodi negativi del tuo Forex trading. Questo permette di stabilire il momento in cui è meglio staccare o cambiare strategia e quando, invece, è meglio proseguire.

Infine l’ultimo passaggio per sviluppare un sistema di trading vincente è l’auto-riflessione. È molto importante ogni settimana circa ragionare sulla propria strategia, cercando di individuare i punti di forza e i punti di debolezza.

Iniziare con il Conto Demo Forex del broker eToro

Etoro-copy-trading

Chi non conosce eToro, il broker che rende unico il trading online attraverso il social trading, che permette di interagire con altri trader, per scambiarsi consigli, idee e strategie e non solo attraverso il social trading un trader può seguire e copiare le negoziazioni dei broker più redditizi.

eToro offre un’unica piattaforma webtrader, disponibile in diverse lingue. La piattaforma ha un design pulito e unico e funzionalità avanzate,intuitiva e facile da usare. Hai a disposizione inoltre l’app mobile di eToro disponibile per tutti i sistemi operativi,dedicata a tutti coloro che sono sempre in movimento, ma vogliono essere sempre aggiornati sul mercato economico.

Puoi scegliere tra sei mercati chiave, per negoziare su eToro con una leva che varia in base alla classe di attività. Includono il mercato valutario (Forex), criptovalute, mercato azionario, materie prime, ETF e indici azionari.

eToro dispone di tre account che sono un conto clienti al dettaglio, dedicato agli investitori al dettaglio, trader non professionisti, Questo account si può aprire con un deposito minimo di 200€, questo conto fornisce sia il trading attraverso il social trading che il trading classico, la leva finanziaria per questo conto è impostata.

L’altro account di trading è per i clienti professionali ed è sviluppato per i trader esperti nelle operazioni nei mercati finanziari. Qui la leva finanziaria è più elevata può arrivare fino a 1:400.

Troviamo poi, il conto demo, possiamo dire anche di pratica, è una funzione che serve a far conoscere a chi sta cercando un broker, la piattaforma di negoziazione con tutte le sue funzionalità e servizi, in tutta sicurezza.

Infatti questo conto dispone di un deposito in soldi virtuale di 100.000€ per operare in demo. Questo conto è gratuito e senza limiti di tempo.

Ora passiamo alla parte più importante per un trader, direi anche fondamentale, la regolamentazione e la sicurezza del broker. eToro viene regolato da varie autorità di supervisione. Per operare all’interno dell’Unione Europea, e nel nostro paese viene regolato e a ottenuto la licenza dalla CySEC (UE) e dalla nostra CONSOB. Per operare nel Regno Unito viene autorizzato e regolato dalla FCA. Inoltre viene anche regolato dalla ASIC Australiana. Per evitare truffe è fondamentale assicurarsi che un broker online sia regolamentato nel proprio mercato e nel proprio paese. Con eToro puoi stare tranquillo, anche con la piattaforma di negoziazione, infatti utilizza per preservare tutte le informazioni personali dei propri clienti ,un protocollo crittografico SSL, da accessi indesiderati.

eToro è unico questo grazie alla sua piattaforma di negoziazione, funzionalità di social trading e una vasta gamma di mercati tra cui le famose criptovalute. Hai a tua disposizione il servizio clienti 24 ore su 24 per 5 giorni alla settimana.

Leggi la recensione del broker eToro.

Iniziare con il Conto Demo Forex del broker Investous

Recensione Broker Investous

Il broker Investous offre un ottimo conto demo per iniziare ad effettuare delle operazioni di Forex trading e non solo. Per accedere al conto demo gratuito vi basteranno pochi secondi.

Una volta che avrete completato l’accesso vi verranno accreditati 100.000,00 € virtuali da utilizzare per fare pratica.

Inoltre Investous vi permette di scegliere tra quattro conti deposito:

  • Conto Base;
  • Conto Gold;
  • Conto Platinum;
  • Conto Vip.

Ogni conto ha delle caratteristiche differenti sia in base ai costi che alla leva finanziaria.

Investous utilizza la piattaforma MT4

Aprire una posizione Forex con Investous vi rimarrà molto facile, dato che la piattaforma è molto intuitiva ma completa allo stesso tempo

Leggi la Recensione completa di Investous

Iniziare con il Conto Demo Forex del broker XTB

XTB offre la possibilità di accedere al conto demo, per 30 giorni, una volta che vi sarete registrati il broker vi accredita 100.000,00 virtuali da utilizzare per imparare a fare trading online.

XTB ha voluto migliorare l’offerta, inserendo due piattaforme, la xStation 5 e la MetaTrader4.

La xStation 5 è molto adatta per chi vuole operare nel Forex trading, gli strumenti sono professionali.

Una volta che avrete preso confidenza con i mercati potrete scegliere se iscrivervi al conto Standard oppure a quello Pro, per entrambi l’apertura è gratuita.

Per quanto riguarda la formazione, XTB offre anche la possibilità di partecipare a Webinar dal vivo, interagendo con gli esperti del settore.

Leggi la Recensione completa di XTB

Iniziare con il Conto Demo Forex del broker Markets

markets-trading

Il broker Markets è certificato dalla CySEC con numero di licenza 092/08, ed è uno dei migliori broker di trading che sono sul mercato. Tra i molti motivi per scegliere Markets ve ne vogliamo elencare alcuni:

  • Supporto tecnico 24 ore su 24;
  • Conto demo illimitato nel tempo;
  • Ottimo broker Forex;
  • Pagamenti sicuri;
  • App mobile;
  • Possibilità di accedere tramite Facebook e Google.

Questi sono solo alcuni punti per cui iscriversi a Markets è un’ottima scelta, per quanto riguarda il conto demo, possiamo dire che è completo e illimitato nel tempo, una volta che vi sarete registrati vi verranno accreditati 10.000 € virtuali .

Leggi la Recensione completa di Markets

Opinioni e pareri di esperti trader

Abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri utenti di fornire un’opinione sull’investimento finanziario del Forex trading.

Gennaro T. – 47 anni – Salerno

“Sono un impiegato di banca, ormai da quasi 23 anni. In un periodo in cui il lavoro è diminuito a causa della crisi economica e avevo più tempo a disposizione, ho iniziato a investire nel trading online, nello specifico, nel mercato Forex.
Ci ho messo più di un mese per capire quale broker scegliere. Su internet ne esistono migliaia, ma è davvero importante scegliere quello giusto, deve essere regolamentato.

Poi, una volta che mi sono registrato, ho aperto un conto demo e ho provato subito la coppia di valuta euro/dollaro, la più scambiata, ma non ho azzeccato una previsione.

Allora ho cominciato a documentarmi il più possibile sul web prima di iniziare con un conto trading reale, e ho imparato a comprendere gli andamenti sui grafici.
É da tre mesi che ho iniziato e ho guadagnato i miei primi 552 euro!
Può essere davvero un modo per guadagnare soldi extra.”

Lara T. – 32 anni – Torino

“Sono una giovane ragazza, laureata in Economia da qualche anno. All’Università non ho mai fatto nulla che riguardasse il trading. Ma poi ho conosciuto Ludovico, il mio attuale fidanzato, che è un appassionato di trading, sia binario, che forex, da un po’di tempo.
È stato lui che mi ha trasmesso la passione e le conoscenze necessarie. Da qui mi si è aperto un mondo.

Ormai è quasi un anno che investo nel Forex trading (prima ho cominciato con le opzioni binarie). All’inizio, dico la verità, ho fatto molto fatica a ingranare, perdendo anche qualche centinaio di euro, ma poi dopo qualche mese ho cominciato a raccogliere i primi frutti. Adesso sono riuscita, anche, a mettere, addirittura, un piccolo gruzzoletto da parte.
Certo, il supporto del mio fidanzato è stato fondamentale, ma anche le guide, e le informazioni su siti di trading sono state molto utili.
Il consiglio che vi voglio dare è di non investire, soprattutto quando si inizia, tanti soldi. È meglio non esagerare!”

Massimo S. – 31 anni – Forte dei Marmi

“Dopo quasi una decina d’anni da organizzatore di eventi per le discoteche, sono rimasto disoccupato. Inoltre, ho avuto anche un incidente che mi ha costretto a stare a casa per un lungo periodo di tempo. Proprio in questa occasione ho iniziato ad avvicinarmi al mondo del trading online. Ho scelto subito il mercato forex perché mi sembrava più credibile, rispetto alle opzioni binarie, anche se più difficile, probabilmente.

Ho iniziato subito a leggere qualcosa, ma con la smania di guadagnare subito, ho iniziato immediatamente e ho perso tutto il mio capitale a disposizione. Non fate questa cavolata, non avete nessuna fretta!
Ora ho cambiato completamente prospettiva. Mi sono di nuovo documentato grazie alle numerose guide per principianti fornite dai siti e non solo.

Dopo aver cambiato il broker precedente, che non era regolamentato, ne ho scelto un altro affidabile. Sono partito completamente da capo, e con calma ho cominciato a tredare con diverse coppie di valute.
Finalmente sono riuscito a ottenere la somma che avevo perso e ho anche guadagnato 550 euro circa in sei mesi.
Provate anche voi, ma con la giusta attenzione!”

iqoption trading

Leave a Reply