IlForexTrading.it Guida al Forex Trading.
Il Trading online con Forex Trading comporta un grado di rischio elevato.
HomeConsigliCome guadagnare con il Forex trading

Come guadagnare con il Forex trading

Come scegliere un broker forex trading

Guida per iniziare a guadagnare con il Forex trading

Per fare trading sul Forex, la prima cosa che ci serve è un intermediario (broker forex), perché quello che fa un Trader, è comprare e vendere strumenti finanziari. Ci vuole un intermediario appunto, che ci permetta di comprare e vendere questi strumenti finanziari sul mercato. La prima cosa, di cui bisogna dotarsi per fare Trading, è quindi, aprire un conto Trading.
Di Broker ce ne sono tanti, ci sono Broker esteri, ma in Italia non ci sono Broker, ma banche, che offrono questo servizio di Trading Online.

Quale Broker scegliere per fare Trading?

I Broker esteri, hanno il pregio, ad esempio, rispetto alle banche italiane, dei costi di commissione più basse, e sono più flessibili riguardo l’operatività. Si consiglia di aprire un conto trading, di fare uso dei servizi di un Broker estero, perché permette di lavorare su una quantità di strumenti molto ampia.

Riepilogando, quello che ci serve per fare Trading, è quello di aprire un conto online, perché ormai tutto ciò che riguarda la finanza passa da internet. La comodità, sta nel fatto che ad oggi, è possibile controllare l’andamento dei prezzi, tutto il giorno, in qualsiasi ora, comodamente dallo smartphon, dal tablet, ovunque ci si trovi.

Migliori Broker per il forex trading

Broker Licenze Vantaggi Demo Recensione
Broker 24FX 24option
Regolamentato
CySEC 207/13
Registrato in
MIFID, FCA, CRFIN
BROKER DEL MESE ✓
Deposito minimo: 250€
Conto Demo di 100.000$!
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
5 stelleRecensione
XTB
Regolamentato
CySEC 169/12
FCA FRN522157
Nessun Deposito Minimo
“100% Sicuro e affidabile”
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
5 stelleRecensione
Recensione Broker markets Markets.com
CySEC 092/08
Financial Services Board
Deposito minimo: 100€
“100% Affidabilità”
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
5 stelleRecensione
iq option iQoption
Regolamentato
CySEC 207/13
Registrato in
MIFID, FCA, CRFIN
Deposito minimo: 10€
Fai trading con soli 10€!
Trade minimo: 1€
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
5 stelleRecensione
plus500 Plus500

Regolamentato
CySEC 109/10

Deposito minimo: 100€
Conto Demo di 40.000€
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
4-5 stelleRecensione
Recensione Broker etoro eToro

Regolamentato
CySEC 109/10

Deposito minimo: 200€
Conto Demo di 100.000$!
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
4-5 stelleRecensione
Recensione Broker avatrade Avatrade

Central Bank Irland
n° C53877

Deposito minimo: 100€
Conto Demo di 100.000$!
Conto Demo Gratuito!
Attiva un Conto Demo
4 stelleRecensione

Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading forex.

Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.

maggiori informazioni sui broker forex trading

Quali asset utilizzare per fare Trading online?

Ce ne sono molti di asset. Si riporta qui un elenco:

  1. coppie di valute mercato Forex (per il caso specifico del Forex trading);
  2. materie prime;
  3. mercati azionari;
  4. indici azionari.

Ma noi parleremo in questo articolo in particolare di Forex Trading.

Cos’è Forex Trading

Il Forex (FX) è l’acronimo di Foreign Exchange Market, ovvero, è il mercato delle valute. Con il termine Forex, quindi, si sta ad indicare il mercato valutario.
Il mercato dei cambi in valuta, rappresenta non solo il più grande mercato esistente al mondo, con un fatturato giornaliero molto elevato, ma è anche il mercato in più rapida crescita tra operatori privati, e speculatori.

Il mercato dei cambi valutari, è il più grande mercato esistente al mondo, con un ricavo considerevole. Questo fatturato, è il risultato di un alto numero di operazioni effettuate con coppie di valuta. Il Forex, è il mezzo tramite cui, i Trader e le aziende, possono convertire la valuta in un’altra valuta. Diversamente da azioni e materie prime, per il Forex non esiste una borsa di riferimento. Le valute sono scambiate, attraverso un Network Globale di banche, dealer e broker, questo significa che è possibile operare su Forex in qualsiasi momento, di giorno e di notte, da lunedì al venerdì.

Come funziona

I prezzi del Forex, sono quotati in coppie di valute, in pratica si comprerà una valuta, e contemporaneamente se ne venderà un’altra valuta, ad esempio, EUR/USD, a sinistra si trova l’euro, che rappresenta la valuta certa, mentre a destra troviamo il dollaro, la valuta incerta. Ora, se il prezzo si troverebbe, ad esempio, a 1,47600, significherebbe che in quel momento, un euro equivarrà ad 1,47600 dollari. In realtà, quando si lavora su Forex, vengono mostrate due quotazioni, di cui uno sarà il prezzo d’acquisto, e l’altro sarà il prezzo di vendita, la differenza tra questi due prezzi, è detta Spread. Se si penserà, che la valuta certa, si rafforzerà rispetto alla valuta incerta, allora si acquisterà la coppia, questa operazione è detta Andare Long, se invece, si penserà che la valuta certa, si indebolirà rispetto alla valuta incerta, allora si venderà la coppia, questa operazione è detta, Andare Short.

I prezzi del Forex sono influenzati, da diversi fattori, tra cui:

  1. inflazioni;
  2. tassi di interesse;
  3. bilancia commerciale;
  4. dati sul mondo del lavoro;
  5. politiche economiche.

Dato il numero di Trader, e la quantità di denaro scambiato, inoltre, i prezzi possono cambiare molto velocemente. Tutto questo rende il Forex, non solo il mercato finanziario più grande, ma anche quello caratterizzato dalla maggiore volatilità.

Le operazioni sui cambi, presumono lo scambio di valore del denaro in un paese, al valore riconosciuto in un altro paese, per esempio, se decido di comprare Euro, posso farlo, pagando in Sterline Inglesi. Tutte le operazioni, si basano sulla combinazione di due valute, chiamata coppia o incrocio di valute, di cui una sarà la parte lunga, ovvero acquisita, e l’altra la parte corta, ovvero venduta.

Ci possono essere diverse ragioni che spingono a fare operazioni con i cambi. Molte di queste transazioni sono un mezzo per acquistare una valuta straniera, per esempio, a fini turistici, altre transazioni, invece, sono finalizzate ad un investimento. In un caso o nell’altro, qualsiasi operazione che venga intrapresa in un paese straniero, che deve essere compiuta, utilizza la valuta locale, e ad ogni modo, i speculatori formano il più grande gruppo di partecipanti a questo mercato.

Come si fa ad aprire una posizione

Le operazioni sui cambi, sono un’opportunità per realizzare profitti. Le fluttuazioni dei tassi di cambi, offrono agli speculatori, le possibilità per operare in direzione del mercato, ovvero, di investire speculando sulle possibili fluttuazioni del valore di una delle valute rispetto all’altra. I termini valuta trattata e valuta prezzo, sono usati per fare riferimento alle valute comprese in un incrocio, prendiamo ad esempio, la coppia EUR/USD (EURO/DOLLARO), l’EUR è la divisa trattata, detta anche base, e il USD è la divisa quotata, detta anche variabile, se questa si rafforza, il tasso di cambio scende, se invece si indebolisce, il tasso di cambio si alza. Questo vale per operazioni di cambi a tutti i livelli. La valuta di base, spesso, è quella che rappresenta il valore più alto.

Le transazioni, non avvengono su una determinata piazza di scambio, ma sul libero mercato, OTC (over the counter), letteralmente da banco.
Le divise, in quanto tali, sono distinte in tre categorie:

  1. maggiori;
  2. minori;
  3. esotiche.

Le valute di questo elenco, sono quelle che presentano il più alto volume di transazioni, e sono chiamate maggiori, ad esempio, la valuta USD, la valuta JPY, ecc.
La quotazione della maggior parte delle coppie valutarie, è espressa da quattro cifre decimali, pertanto l’incremento è indicato dall’ultima cifra. Questa cifra viene definita, Punto Base o PIP, per esempio, la frase “il prezzo si è spostato di dieci PIP”, ci fa capire che la quarta cifra decimale, è scalata di dieci posizioni in una determinata direzione. Lo scarto, lo Spread, è la differenza tra il prezzo di acquisto, e il prezzo di vendita, di una coppia di valute o tasso di cambio, chiamate a loro volta BID PRICE ovvero Prezzo Denaro e OFFER PRICE ovvero Prezzo Lettera.

Per le operazioni sul Forex, ci sono delle piattaforme che offrono la possibilità di utilizzare l’operatività margine. Investendo, utilizzando l’operatività margine, sarà possibile comprare e vendere capitali, con un valore maggiore del capitale presente sul nostro conto, ad esempio, se la nostra Leva è a 1/100, significa che, ad esempio, se disponiamo di 1000 €, sul nostro conto per le contrattazioni, sarà possibile controllare capitali con un valore di 100.000 €.

FOLLOW US ON:


Prova il Trading Forex e CFD con un Conto Demo di 100.000€!

NZDUSD, un forex su
Il profilo di succes

admin@ilforextrading.it

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT